Il pirata inglese Sir Francis Drake e le campane della Cattedrale

postato in: Storia di Santo Domingo | 0

Il pirata inglese Sir Francis Drake e le campane della Cattedrale

Dopo aver preso la città di santo Domingo, Lord F. Drake e i suoi uomini cominciarono a saccheggiare ogni palmo della città stabilendo il loro quartiere generale nella cattedrale Primate d’America Santa Maria la Minore.

Il vandalismo e l’indisciplina caratterizzarono le truppe comandate da Drake al punto che una volta iniziati i saccheggi cominciarono a litigare tra loro. Il capitano si vide costretto dalla necessità di rinchiudere 30 o 40 dei suoi uomini in due cappelle della cattedrale che per l’occasione si improvvisarono come carceri , e ad impiccare un irlandese accusato di assassinio e stupro.

la conquista di santo domingo

Francis Drake utilizzò due cappelle della cattedrale come carcere

Lo storico Julian Corbett afferma che durante trenta giorni emissari spagnoli negoziarono con il noto pirata e poiché la domanda non poteva essere soddisfatta, ordinava di bruciare le case, i conventi, fino a che non si convinse che gli abitanti non avrebbero, in ogni caso, potuto pagare il riscatto che esigeva. Così accettò l’equivalente di 25 mila ducati d’oro e per raggiungere detta somma il vescovo consegnò reliquie in oro, anelli, pendenti. Fu alla camera del commercio che venne riunito il riscatto.

il sacco di santo domingo

Nel frattempo i saccheggi continuarono, per far pressione sul pagamento del riscatto per la città. Un protestante membro dell’equipaggio scrisse sul suo diario di navigazione ”distruggemmo tutto quello che esisteva all’interno della chiesa e trovammo molto vasellame, monete e perle nascoste nei pozzi” e giustificò il barbaro comportamento e gli incendi indiscriminati con il fatto che la città non si era arresa e per questo fu presa per assalto, caso nel quale qualunque comportamento era permesso.

il furto delle campane della cattedrale di santo domingo

Si sanno molte informazioni riguardo questo saccheggio poiché si conservano testi dell’epoca: nella città incontrarono poche cose di valore ma molto cibo. Incendiarono varie imbarcazioni spagnole che si trovavano nel porto. A pagamento avvenuto, abbandonarono la città il 10 di Febbraio del 1586. Tra le altre cose che furono rubate Sir Francis Drake si portò via le campane della Cattedrale lasciando il campanile sprovvisto di campane; tra l’altro si porta via l’artiglieria della fortezza, le pelli e lo zucchero, e varie barche che non erano state bruciate. Il saccheggio fu totale e quelli che resistevano venivano punti con l’incendio delle loro case.

cose da sapere su santo domingo

Una leggenda cittadina posteriore ci assicura che una delle campane rubate al campanile della cattedrale da Francis Drake fu utilizzata posteriormente nella torre dell’orologio di Londra nel 1834 realizzata dal progetto di Augustus Pugin.

storia dei pirati nei caraibi

Lascia un commento

Devi aver effettuato il login per lasciare un commento.