Francis Drake nella Santo Domingo Coloniale

postato in: Storia di Santo Domingo | 0

Francis Drake nella Santo Domingo Coloniale

La storia di Santo Domingo si intreccia con quella del famoso contrabbandiere e pirata inglese Francis Drake: il sacco di Santo Domingo

Contrabbando e pirati nella Santo Domingo coloniale

Il 15 settembre 1585 con una flotta di 23 navi e circa 2.300 soldati e marinai lasciò la città inglese di Plymouth al comando del pirata ufficiale della corona britannica Sir Francis Drake (1540-1596)

Contrabbando e pirati nella Santo Domingo coloniale

Quattro mesi più tardi, il 1° gennaio 1586, dopo la mezzanotte la flotta raggiunse il sito di sbarco scelto da Drake per depositare il comandante Christopher Carleill e circa 1000 uomini nei pressi di Haina, e quindi  prendere di  sorpresa  gli  ignari abitanti della città di Santo Domingo.

saccheggio santo domingo

Nel giornale di bordo Drake scrive: “Tutto è accaduto, come se gli spagnoli chiedessero di consegnare la città come un regalo del nuovo anno. Era il  31 dicembre 1585.

invasione santo domingo
Mappa della strategia utilizzata da Drake per invadere Santo Domingo coloniale

La flotta entrò nel porto e per diversi giorni i suoi uomini saccheggiato la popolazione, commettendo  atti di sciacallaggio, dando alle fiamme case e chiese come il Monastero di San Francisco, Santa Barbara, Cappella della Corte Reale. Drake portò saccheggio e morte nei Caraibi.

storia santo domingo

Da Santo Domingo Drake si diresse a Cartagena de India, centro commerciale dove assalì l’ “Armada de los Galeones” che lì faceva il suo ultimo scalo, portando l’oro dei viceré del Messico e del Perù.

pirateria santo domingo
Sr Francis Drake a Cartagine delle Indie

Il fatto che la città fosse protetta da un forte, ubicato alle estremità dell’ampia baia, in Boca Grande e in Boca Chica, e dai bastioni fu inutile: Drake la dominò e la saccheggiò, facendo un bottino di circa 107.000 ducati d’oro. Drake inizia la supremazia inglese che sarebbe emersa nei secoli successivi.

viaggio francis drake

La flotta del pirata non si fermò ad attaccare l’Avana, come racconta nei suoi scritti che la contemplò dall’acqua e vedendola con importanti fortificazioni, attraversò il canale dalla Florida dirigendosi alla piccola colonia di S. Agostino, di cui rimasero solo le ceneri.

Lascia un commento

Devi aver effettuato il login per lasciare un commento.